Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Ascolta Radio Selene in diretta
Ascolta Radio Selene in diretta
NO STOP   Start  05:30 End  05:59
Storico News
GR Italia
Venerdì 19 Settembre
Puglia News
Venerdì 19 Settembre
Il Meteo
Venerdì 19 Settembre
Fiera del Levante 2014
in diretta con Maria Rita
American Bar Tortuga
in diretta sabato 13-09-2014 con Marianna e Maria Rita
Lido Selene 2014
14-08-2014 - Lido Algamarina - Molfetta
Oroscopo
Venerdì 19 Settembre
Le ricette di RADIO SELENE
Linguine all'arancia - 10-03-2014
Le ricette di RADIO SELENE
Filetto di maiale all'aceto balsamico - 29/01/2014


        
EL Chapulin

Mi chiamo: Fabrizio Scotto d’Apollonia….. ma è più facile dire El Chapulin
Classe: si tantissima classe ma anche buon gusto ed educazione … '74
Nel mio iPod: George Benson sempre… poi Matt Bianco, Arturo Sandoval, Poncho Sanchez, Juan Luis Guerra, Diana Krall, Jane Moneith, Chris Botti, Pino Daniele, Swing Out Sister…
Accendo la TV e guardo: i Simpson ... e poi guardo (se non ci sono film interessanti) serieTV, approfondimenti e documentari, non guardo altro… odio tutto ciò che viene spacciato per reality
Sul grande schermo: Mi piacciono i lietofine, amo molto un periodo cinematografico molto preciso… “La Strana Coppia” (The Odd Couple 1968), “Hollywood Party” (1968)… ma anche le attuali commedie americane, e qualche triller, poi tanta animazione… e per finire mi piacciono “i film di menare”
La mia libreria: La Compagnia dei Celestini, Un Uomo (Fallaci), L’insostenibile leggerezza dell’essere, La casa del sonno (Jonathan Coe) e tanti tanti libri di elettronica…
Nel Tempo libero: Se ne avessi…
Eroi: Diego Armando Maratona, Omer Simpson, Totò
Amo: La mia Terra, La musica che mi ha dato la possibilità di conoscere tutti Voi e che riesce ancora a regalarmi emozioni, Il mare, Ciò che ancora non conosco.
Odio: La mia più grande delusione è vedere come la gente pretende di trasformare e plasmare ciò che non gli appartiene culturalmente, semplicemente perché pensa di possedere la conoscenza di un ballo (forse), pensa di poter conoscere la cultura di un popolo… non era questo quello che volevo ottenere quando ho iniziato.
Su di me: “Sono cresciuto ascoltando musica in spagnolo (la mia mamma è messicana) in una città del sud (Taranto) non tanto cosmopolita dove anche trovare un disco è un’impresa (ancora oggi se escludiamo “Aventura”) La musica che la mia mamma ascoltava era principalmente musica “rancera” ovvero musica folk messicana, che acquistava nei nostri frequenti viaggi in terra Azteca e molta musica pop latina dell’epoca (77-80). Lo spagnolo entrava lentamente nelle mie vene e nella mia anima. Non è stata un’imposizione, ma ricordo che rispondevo in spagnolo se mi venivano fatte domande in lingua ispana, senza neanche accorgermene. La salsa… la salsa è arrivata negli anni ottanta con un disco che ancora oggi conservo gelosamente “Generacion del 80” di Tito Puente. Da quel momento è cambiato qualcosa… ero piccolo ma capivo che ciò che ascoltavo… lo potevo ascoltare soltanto in casa mia… mi sentivo “fortunato”.
Dopo Tito è arrivato Oscar D’Leon con un mitico disco intitolato “Con dulzura” e allora è stato delirio. Oltre alla salsa ricordo molta cumbia e ritmiche che allora venivano definite “Tropical” (Cumbia, Merengue, Punta , Danzon) e poi è scattato qualcosa in me.
Ho deciso di diffondere la mia “fortuna” visto che nessuno conosceva la magia del 3+2 in Puglia ci ho provato io. E’ sempre stata questa la mia ossessione, far conoscere agli altri ciò che a me faceva impazzire. La Radio è stata una conseguenza , dal 1993 ad oggi ne son passati anni, e con la salsa è trascorsa la mia “giovinezza”, con “Lei” come colonna sonora. Le amarezze la disperazione ed i dolori dell’amore sempre vissuti con “Lei”.
I guadagni, gli “sfizi” le soddisfazioni ottenute grazie a “Lei”. Dal 2003 ho lasciato la mia Terra e sono diventato cittadino del mondo, ho vinto la solitudine grazie a “Lei”, conoscendo persone belle dentro. In tanti anni di carriera ho lavorato in molti locali, dalle grandi disco ai più piccoli club (ma non meno caldi ed accoglienti) sparsi in Puglia ed in tutta l’Italia e la Costa Azzurra, ed ho conosciuto persone meravigliose e persone meno (ma questo è appunto lo spirito della salsa)."
La mia missione: La mia più grande soddisfazione dopo tanto tempo è poter dire: “qualcuno adesso conosce la musica latina anche grazie a me”
Forse la mia più grande fortuna è che sono sempre stato “l’ultimo”, quello che ha sempre voglia di apprendere ed imparare da tutti, in un mondo come la salsa, dove tutti hanno opinioni e nessuno ha voglia di ascoltare. Se un giorno smetterò..... lo farò solo per un amore più grande, magari una famiglia tutta mia, ma chi mi Ama sa quanto tutto questo è importante per me.




 
 
    Rete Selene snc, Corso Garibaldi, 39 - 70033 Corato (Ba) - P. IVA 03190640726